SUNFACE Crema Solare 50ml

PDFStampaE-mail

sunface_newSunface crema solare è costituito da una associazione di filtri solari (Tinosorb M, Uvinul N 539 T, Uvinul A Plus. Fluisol 87) 

In grado proteggere la cute dalle radiazioni e da qualsiasi fonte di luce, che oltre a causare flogosi, sono in grado di danneggiare strutture (DNA nucleare, mitocondriale) importanti per la vita stessa delle cellule cutanee,in particolare agisce anche su parte delle radiazioni del visibile le cosiddette “blue lights”.

SUNFACE favorisce il recupero dei melanociti e la melanogenesi a protezione della cute.
Si consiglia di applicare il prodotto almeno 20 minuti prima di esporsi al sole e rinnovare frequentemente l’applicazione specialmente dopo essersi bagnati.
Non esporre i neonati e i bambini piccoli direttamente al sole.

L’uso quotidiano è consigliato per:
* Prevenire l’invecchiamento ed il fotoinvecchiamento cutaneo;
* Favorire la melanogenesi;
* Proteggere dalle radiazioni UV il tessuto mammario;
* Proteggere le pelli (fototipo I e II) da arrossamento e dermatiti irritative ed allergiche.
* Potenziare la resistenza della cute nei casi di eccessiva perdita di H2O epidermica;
* Evitare il peggioramento di patologie cutanee in presenza di UV: proto porfiria; eritropoietica (EPP), eruzione polimorfa da luce (PLE);
* Agire sullo stress ossidatvo della psoriasi, dermatite atopica e seborroica;
* Proteggere la cute in casi di ipopigmentazione (vitiligine);
* Contrastare ed attenuare le discromie cutanee;

I raggi UV costituiscono circa l’8% della radiazione solare e si suddividono in UV-A per il 75%, UV-B per il 19% e UV-C per il 6%.
* I raggi UV-A (320-400 nm) fanno abbronzare e che causano in molti le reazioni fotosensibili.
* I raggi UV-B (290-320 nm) provocano le scottature e sono implicati in alcune forme di tumore della pelle.
* I raggi UV-C (200-290 nm), sono in assoluto i più pericolosi e vengono assorbiti dallo strato di ozono. 

Ricerca e sviluppo

Farma Valens S.r.l.